Sono trascorsi un po’ di mesi da quando Google ha annunciato il Pixel Watch 2 da parte di Google, e durante quest’ultimo mese mi è stato possibile testarlo. Nel corso di queste settimane, ho potuto delineare una chiara comprensione dei cambiamenti apportati da Google al Pixel Watch 2 (e al WearOS 4), nonché valutare quanto realmente si differenzi dal suo predecessore, il Pixel Watch 1.

Tuttavia, come nel caso di Apple, l’obiettivo di Google con il nuovo smartwatch non sembra tanto rivolto agli utenti del Pixel Watch 1 quanto a conquistarne di nuovi. Con questa prospettiva, va sottolineato che la maggior parte delle modifiche del Pixel Watch 2 riguarda l’aspetto interno, con poche variazioni evidenti dall’esterno. L’attenzione è posta sulla migliorata durata della batteria , le prestazioni più veloci  e una serie di nuovi e aggiornati sensori di salute che ne sfruttano le potenzialità (in modo più o meno evidente).

Google Pixel Watch 2 – Le novità

Iniziando con le caratteristiche nuove, esternamente il Pixel Watch 2 potrebbe sembrare simile al modello di prima generazione, principalmente perché… è praticamente identico. C’è solo un leggerissimo cambiamento nella composizione dei materiali, anziché nel design generale dell’unità. Ecco tutto ciò che è nuovo o diverso nel Pixel Watch 2 rispetto al Pixel Watch 1:

  • Nuovo involucro in alluminio riciclato al 100%
  • Maggiore resistenza del vetro di copertura
  • Ora più leggero del 10% (peso) grazie al nuovo involucro in alluminio
  • Durata della batteria aumentata a “pieno 24 ore” in modalità display sempre attivo
  • Il Pixel Watch 2 funziona ora con WearOS 4 (anche il Pixel Watch 1 ha ricevuto di recente questo aggiornamento)
  • Nuovo processore quad-core per migliorare le prestazioni
  • Tempi di ricarica più veloci: 12 ore di utilizzo in 30 minuti di tempo di ricarica
  • Aggiunta della possibilità di utilizzare Google Assistant sull’orologio per richiedere statistiche di salute/fitness
  • Aggiunta della funzione di backup e ripristino dell’orologio e trasferimento del telefono
  • Aggiunta della funzione di controllo della sicurezza in tempo reale, avvisando i contatti di emergenza se non effettui il check-in
  • Aggiunta dell’ID medico sull’orologio, permettendo ai soccorritori di visualizzare le informazioni mediche
  • Aggiunta di 6 nuovi stili di quadranti dell’orologio
  • Nuovo sensore di frequenza cardiaca: Passaggio al nuovo “modulo multipath per la frequenza cardiaca” con 5 fotodiodi e 5 LED, oltre a una migliore disposizione/copertura
  • Nuovo sensore di temperatura della pelle (aggiornamento rispetto al metodo precedente non dedicato)
  • Aggiunto anche un nuovo sensore dermatologico per la pelle, consentendo la funzione Fitbit Body response
  • Nuove funzionalità di pacing e frequenza cardiaca nelle zone sull’orologio
  • Nuova rilevazione automatica degli allenamenti per 7 nuovi tipi di allenamento/sport
  • Aggiunte le notifiche in background per la frequenza cardiaca irregolare
  • Cambiato il design del caricatore, ora non più wireless
  • Tre colori offerti, con un prezzo di €349 per i modelli WiFi e €441 per quelli con copertura LTE
  • Include 6 mesi di Fitbit Premium
  • Resistenza all’acqua di 50 metri rimane invariata, compatibile anche con i cinturini dell’orologio esistenti

Come si può notare, la maggior parte delle modifiche, meno evidenti esternamente, riguarda effettivamente cambiamenti interni ai sensori. In particolare, l’attenzione è sui tre nuovi sensori di salute: il nuovo sensore di frequenza cardiaca, il nuovo sensore di temperatura della pelle e il nuovo sensore dermatologico per la pelle. Il primo di questi tre afferma di aumentare significativamente l’accuratezza della frequenza cardiaca, mentre gli altri due aggiungono tali letture/tendenze nell’app Fitbit. In precedenza, la rilevazione della temperatura della pelle avveniva essenzialmente tramite una stima approssimata, che non era altrettanto precisa.

pixel watch 2

Dal punto di vista del software, l’attenzione è principalmente su funzionalità minori che rendono la vita, o meglio, l’utilizzo dell’orologio più agevole. Ad esempio, la funzione di backup/ripristino dell’orologio o le informazioni sull’ID medico sull’orologio. E poi, sul lato sportivo, è nuova l’aggiunta della regolazione della zona e dei profili sportivi ampliati.

Infine, è stata introdotta l’opzione di funzioni di controllo della sicurezza sull’orologio. Attualmente disponibili solo negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Germania, non è qualcosa che ho potuto testare attivamente nei Paesi Bassi. Questa nuova funzionalità di sicurezza in tempo reale sull’orologio funziona sostanzialmente allo stesso modo di quanto avviene sui telefoni Google Pixel, ma ora è trasportata al polso. Specificate un momento in cui prevedete di aver finito, e se non effettuate il check-in entro quel periodo, avviserà automaticamente i vostri contatti di emergenza (tramite connessione cellulare dal vostro telefono o attraverso la connessione cellulare integrata nell’orologio se avete quella variante).

Per chi ha un Pixel Watch 2 con possibilità di connessione cellulare (ma non ancora attivato su una rete cellulare), è comunque possibile sfruttare la funzione Safety Signal di Fitbit con Fitbit Premium attivato. Questa funzione è fondamentalmente un’opzione di connettività LTE in background per l’orologio per inviare quel messaggio di emergenza. Di nuovo, se avete il servizio cellulare sull’orologio tramite il vostro operatore, allora non avete bisogno di Fitbit Premium. Ma se non avete attivato questa funzione con il vostro operatore di telefonia mobile, questa funzione agisce come alternativa.

pixel watch 2

Utilizzo quotidiano del Google Pixel Watch 2

Iniziamo con l’hardware, l’unità dispone di due pulsanti. Il primo è la Digital Crown stessa, che ruota e funge anche da pulsante. Il secondo è un pulsante appena sopra la Digital Crown, sul lato destro. Durante la configurazione dell’orologio, sceglierai quale polso stai indossando, chiedendoti anche su quale lato si trova la Digital Crown. Ciò significa che puoi effettivamente indossarlo non solo su qualsiasi polso, ma anche ‘invertito’ su entrambi i polsi. In pratica, poiché è un orologio perfettamente rotondo senza marchi sulla parte anteriore che indicano quale lato è ‘su’, Google può semplicemente cambiare l’orientamento del display nel software per adattarsi alle tue preferenze. È una bella opzione. Passando al lato software, hai il quadrante dell’orologio.

Questo è personalizzabile all’interno dell’app Google Pixel Watch sul tuo smartphone, con diverse facce di orologio. Di seguito è riportato un esempio di alcune facce predefinite, su cui puoi personalizzare i dettagli e il colore delle complicazioni. Tuttavia, nel Google Play Store, puoi scaricare una vasta gamma di opzioni. In effetti, è dall’app Google Pixel Watch sul tuo telefono che puoi modificare molte impostazioni dell’orologio. Mentre molte di queste possono essere modificate anche sull’orologio stesso, può essere più efficiente farlo dal telefono. Nel frattempo, sull’orologio, puoi trovare la maggior parte di queste semplicemente scorrendo verso il basso dalla parte superiore, accedendo al pannello delle impostazioni.

Questo include tutto, dal modalità non disturbare alle modalità di sonno, nonché modalità aereo e livelli di luminosità. Anche la torcia è accessibile qui. Se scorri verso il basso, otterrai notifiche da app o persone. Tuttavia, la maggior parte delle cose a cui accederai provengono dal premere una volta la Digital Crown per accedere all’elenco delle app. Oppure, scorrendo a destra/sinistra attraverso le varie schede. Ad esempio, la prima scheda in una configurazione predefinita è la scheda dei Passi, che mostra i tuoi passi e il progresso verso il tuo obiettivo di passi. Se tocchi per aprirla, otterrai ulteriori dettagli sui tuoi passi oggi e nei giorni scorsi. E se scorri di nuovo dal lato, arriverai alla scheda della Frequenza Cardiaca.

Anche questa mostra innanzitutto la tua frequenza cardiaca attuale (e dettagli delle ultime ore), prima di toccare per aprire e ottenere dettagli sui giorni scorsi. Se scorri di nuovo, raggiungerai un menu di esercizi a rapido accesso. Ne parlerò nell’uso sportivo. Invece, scorri ancora una volta per vedere le statistiche del sonno. Quando lo apri, vedrai i dettagli del sonno della scorsa notte, inclusi i cicli del sonno e i tempi di sonno di questa settimana. Va notato che ho riscontrato che i tempi di sonno (l’ora in cui mi sono addormentato/svegliato) sono piuttosto precisi. Nessun problema in questo caso, corrisponde entro pochi minuti. Per quanto riguarda i cicli del sonno, non è qualcosa su cui mi concentro da un punto di vista dell’accuratezza, poiché i metodi che puoi utilizzare per confrontare i cicli del sonno semplicemente non sono così precisi, nell’ordine dell’80%.

Quindi, confrontare con una metrica non accurata mi sembra un po’ strano. Quindi, mi concentro solo sugli orari in cui mi sono svegliato e addormentato. Ora, tutti questi dati, che si tratti di passi/sonno/ecc., sono tutti accessibili anche nell’app Fitbit sul tuo telefono. Ma è utile notare che c’è anche una vista consolidata nella dashboard Fitbit Today sul tuo orologio. Dall’elenco delle app (o, su alcuni orologi, tenendo premuto il logo Fitbit), arriverai a questa pagina qui, che puoi scorrere attraverso le varie statistiche che ho appena mostrato sopra. Ma vedrai anche aggiunte, come i livelli di ossigeno nel sangue e le variazioni di temperatura della pelle.

pixel watch 2

In totale, questa sezione copre i seguenti dati: Passi, Piani, Distanza, Calorie Bruciate, Minuti in Zona Attiva, Giorni di Esercizio questa Settimana, Attività Oraria, Frequenza Cardiaca, Frequenza Cardiaca a Riposo, Sonno, Ossigeno nel Sangue, Variazione della Temperatura della Pelle, Risposte del Corpo e Consapevolezza.

Come l’anno scorso, non è possibile regolare questa lista, nonostante quel piccolo icona delle impostazioni. Quello ti disconnette semplicemente dall’account Fitbit. Ora, prima di mostrare alcune di quelle schermate dell’app Fitbit, voglio sottolineare che tutta questa recensione è stata fatta con un account Fitbit base (non Premium/non a pagamento/niente abbonamento), semplicemente per dimostrare come appare a questo livello. Quindi, tornando all’app Fitbit, vedrai che è stata rinnovata rispetto agli anni precedenti.

A settembre l’azienda ha rilasciato un aggiornamento piuttosto importante che rinnova gran parte, se non tutto, dell’app. Ecco la tua home page che mostra statistiche relative a oggi, iniziando con il sonno in alto come componente più importante, e poi da lì passi/minuti in zona e giorni di consapevolezza. Tuttavia, ciò che è interessante è che puoi cambiare su quale ‘template’ vuoi concentrarti, come ad esempio ‘Diventare più attivo’, o ‘Gestire il peso’, o ‘Sonno’. L’idea è quella di far emergere queste statistiche in cima:

Mi piace davvero questo approccio di personalizzazione della parte superiore. Forse sono andati un po’ oltre con tutti i modelli e simili, ma poter eliminare cose che non mi interessano davvero vedere quotidianamente (come le statistiche sulla consapevolezza) è comodo. Mi permette di avvicinarlo a ciò che mi interessa realmente giorno per giorno. Nel frattempo, qui sotto ci sono tutte le altre tue statistiche, che ancora una volta, sono personalizzabili a seconda delle schede che vuoi vedere (o non vuoi vedere). Tutte queste statistiche possono essere esplorate per vedere più dettagli su di esse, storicamente parlando. Ad esempio, passi, o frequenza cardiaca, o sonno.

Questo è uno dei motivi chiave per cui non ho utilizzato un account Fitbit Premium, volevo dimostrare che non è necessario un account per vedere i dati storici. Tutto funziona perfettamente bene. È una di quelle cose un po’ rumorose che sono diventate un po’ folli negli ultimi anni, ma semplicemente non è accurato. Ora, come ho detto molte volte, penso che Fitbit si stia facendo un danno alle vendite dei dispositivi con Fitbit Premium, ma, in termini di come funzionano oggi le cose (e funzionano da almeno due anni), non c’è perdita di dati storici qui senza di esso.

Certo, ci sono altre cose legate all’allenamento e simili, ma non componenti basati sui dati. Questo è particolarmente vero nella dashboard ‘Health Metrics’ (che, so essere un po’ confuso perché tutto ciò sono ‘health metrics’ in minuscolo). Queste pagine sono completamente accessibili anche ai membri non premium. Ora, rivolgendo la nostra attenzione altrove per un attimo, una delle forze del Google Pixel che utilizza WearOS è la possibilità di installare app di terze parti sull’orologio, compresi quadranti dell’orologio. Nel mio caso, questo ha incluso Strava, Spotify e Komoot. Puoi scaricarle utilizzando il Google Play store sul tuo telefono:

Queste app compariranno poi nell’elenco delle app sul tuo orologio, insieme ad altre app affascinanti come il Cronometro. Quello di Spotify, nel mio caso, mi consente di scaricare musica per l’ascolto offline (senza bisogno del telefono). Mentre quello di Komoot fungerà come gateway per l’app del telefono per darti indicazioni dettagliate giro a giro. Non ha mappe offline sull’orologio o altre funzioni avanzate, quindi è approssimativamente simile a un’opzione di notifica avanzata.

Google Pixel Watch 2 – Wifi — Google Pixel Watch 3 – LTE

Utilizzo Sportivo del Google Pixel Watch 2

Per avviare un allenamento con il Pixel Watch 2, scorri verso la scheda o pagina Esercizio, che presenta i tre tipi di allenamento utilizzati di recente nella parte superiore, sui quali puoi toccare per avviarli istantaneamente. Oppure, puoi toccare il pulsante ‘Altro’, che carica l’ampia lista di tipi di allenamento:

Ecco l’attuale elenco di tipi di allenamento supportati sul Pixel Watch 2: Aerobica, Bicicletta, Bootcamp, Canoa, Circuit Training, Allenamento del Core, Sci di Fondo, CrossFit, Danza, Ellittica, Golf, HIIT, Escursione, Arrampicata Indoor, Kayak, Kickboxing, Arti Marziali, Mountain Bike, Allenamento Outdoor, Paddleboarding (SUP), Pilates, Sollevamento Pesi, Rollerblade, Vogatore, Corsa, Pattinaggio, Sci, Snowboard, Spinning, Sport, Scalatore, Allenamento con i pesi, Surf, Nuoto, Tennis, Tapis Roulant, Camminata, Sollevamento pesi, Allenamento, Yoga.

È una miscela molto eclettica di sport, ma include quelli fondamentali che la maggior parte delle persone sarebbe propensa a utilizzare. L’eccezione singolare che mi viene in mente è che il nuoto è solo in piscina, non in acque libere. Allo stesso modo, non c’è la modalità triathlon/multisport.  In ogni caso, una volta scelta un’attività, vedrai questa schermata iniziale. È qui che puoi verificare di avere accesso al GPS (se è un’attività all’aperto), nonché premere Avvia per iniziare. Tuttavia, puoi anche cambiare le impostazioni.

La prima opzione delle impostazioni è quella piccola bandiera che vedi lì, che era un’icona ‘Obiettivo’. Quella bandiera apre le nuove modalità Pacer e Zone. Qui puoi abilitare le modalità: Pacer Mode, Goal Mode, Heart Rate Zone Mode e Pace Range Alerts. Nota che queste sono diverse dagli obiettivi precedenti/esistenti per la sessione, come Obiettivi di Distanza/Tempo/Calorie. Li affronteremo tra un attimo.

pixel watch 2

Quando imposti una delle modalità Pacer, ti verrà chiesto quale passo tenere o quale zona di frequenza cardiaca mantenere. Oltre a queste zone, puoi configurare alcune impostazioni, tra cui promemoria di inizio/fine allenamento e pausa automatica. Tuttavia, include anche quali statistiche visualizzare.

Qui hai una pagina di statistiche personalizzabile, con quattro diverse statistiche: Come esempio, per la corsa, ecco i campi dati che puoi selezionare: Distanza, Tempo trascorso, Frequenza cardiaca, Ritmo, Ritmo medio, Calorie bruciate, Passi, Dislivello, Dislivello positivo, Minuti in zona attiva.

Sostengo che questo continua a essere un punto debole piuttosto grande del Pixel Watch per le persone sportive. Praticamente ogni altra piattaforma/orologio consente molta più personalizzazione, e certamente più di una pagina dati. Mentre il Pixel Watch mostrerà una pagina dati aggiunta una volta durante il tuo allenamento per le parti delle zone, questa è comunque una scelta piuttosto limitata.

Con tutto impostato, puoi avviare il tuo allenamento. Avrai un countdown di tre secondi, poi vedrai le pagine/dati come li hai configurati. Ciò include le nuove pagine di pacer/zone, che mostrano dove ti trovi rispetto all’obiettivo che hai configurato Nota che non c’è alcun modo per cambiare qualsiasi impostazione specifica dello sport dal tuo telefono. Le eccezioni singolari sono la zona di frequenza cardiaca legata all’app Fitbit, così come la lunghezza della tua falcata. Ma in ogni caso, tutto è configurato direttamente sull’orologio.

Una volta completato l’allenamento, otterrai un breve riepilogo del tuo allenamento, oltre a elencare quanti minuti in zona attiva hai avuto. Poi, all’interno dell’app Fitbit, puoi vedere visualizzate le tue statistiche.

C’è anche la connettività a praticamente qualsiasi app fitness/sport tu possa pensare, tramite la connettività Fitbit esistente. Quindi cose come Strava, TrainingPeaks, ecc… sono tutte offerte in questo modo. Caricherà automaticamente il tuo allenamento su quelle piattaforme entro pochi secondi dal riceverlo dal tuo orologio.

Se guardo all’indietro e valuto le modifiche apportate da Fitbit con il Pixel Watch 2, e in misura minore WearOS 4, sono più orientate verso il lato salute che verso il lato sport. Certo, abbiamo ottenuto alcune modalità sportive espandibili e l’implementazione delle zone/pacer, ma nel complesso gli aggiornamenti sportivi sono piuttosto minimali qui rispetto a Samsung o Apple, o persino Huawei per quanto riguarda. Forse questo è l’obiettivo di Google, essere un orologio più generico, ma mentre i loro concorrenti si concentrano davvero sull’essere orologi sportivi molto capaci, è qualcosa che Google deve considerare.

Google Pixel Watch 2 – Wifi — Google Pixel Watch 3 – LTE

Qualità del segnale GPS e del sensore di frequenza cardiaca

In questa sezione, analizzerò l’accuratezza orientata allo sport del GPS e dei sensori di frequenza cardiaca. Per quanto riguarda il GPS, non dispone della più avanzata tecnologia GNSS multi-banda/dual-frequency come alcuni dispositivi nella stessa fascia di prezzo. Tuttavia, come ho detto molte volte, non mi interessa molto il modo in cui un dispositivo ottiene un’accuratezza elevata, purché la ottenga. Abbiamo visto altre aziende ottenere un’ottima precisione senza multi-banda e, al contrario, abbiamo visto aziende presentare cattive implementazioni multi-banda. Analogamente, per quanto riguarda il sensore ottico di frequenza cardiaca, Google afferma di aver aumentato ulteriormente l’accuratezza con il Pixel Watch 2, attraverso un nuovo sensore a multi-traiettoria, combinato con algoritmi aggiornati. Noterei che l’accuratezza del sensore ottico di frequenza cardiaca del Pixel Watch 1 era per lo più abbastanza buona.

Forse non leader del settore, ma certamente niente di preoccupante. Quindi, iniziamo con una corsa relativamente facile, sia in termini di GPS che di frequenza cardiaca. Non c’erano edifici, solo leggera/copertura occasionale di alberi, e un sacco di curve per vedere come se la cava.Il Pixel Watch 2 si comporta quasi identicamente al Forerunner 955, che è un orologio molto rispettato per quanto riguarda l’accuratezza del GPS, quindi è ottimo da vedere.

E per quanto riguarda la frequenza cardiaca? Molto solida. Il Pixel Watch 2, con la tecnologia del sensore di fascia alta e algoritmi più potenti della “concorrenza”, si abbina virtualmente alla fascia toracica. Solo una volta abbiamo visto disaccordo su un intervallo. In caso contrario, è preciso.

Google Pixel Watch 2 – Wifi — Google Pixel Watch 3 – LTE

In conclusione

Per diversi anni, l’offerta di WearOS non è stata eccezionale. Inizialmente c’erano problemi legati all’hardware ingombrante, successivamente alle app poco competitive o abbandonate, e infine alle batterie degli orologi che si scaricavano rapidamente. Tuttavia, le cose hanno finalmente cominciato a cambiare. Con il Samsung Galaxy Watch 5 un anno fa e il Pixel Watch 1 pochi mesi dopo, abbiamo ottenuto smartwatch finalmente competitivi nel settore fitness/sport. Abbiamo raggiunto livelli di durata della batteria che ci permettevano di arrivare (per lo più) a fine giornata e persino affrontare escursioni giornaliere con affidabilità. Il Pixel Watch 2 prende questa prospettiva storica e la migliora, specialmente per quanto riguarda l’accuratezza, ma anche per la durata della batteria. Non ho avuto problemi a ottenere una durata della batteria completa per tutta la giornata.

Approssimativamente, devo caricarlo ogni 1,5 giorni (senza LTE), o prima se faccio allenamenti GPS più lunghi. In combinazione con l’accuratezza molto buona del sensore ottico di frequenza cardiaca di Google, otteniamo opzioni migliori. Notiamo anche un miglioramento delle app e dell’interesse degli sviluppatori. Anche se molte app sportive devono ancora essere potenziate, almeno gli sviluppatori stanno di nuovo lavorando su di esse. La principale sfida del Pixel Watch nel campo sportivo è semplicemente la mancanza di approfondimento in questo settore. In un periodo in cui altre aziende stanno implementando nuove funzionalità sportive, il Pixel Watch 2 ha introdotto solo una nuova funzione sportiva (zone/pacer). Anche il Fitbit Charge 6, a detta sua, ha ottenuto più funzionalità sportive nuove (come la trasmissione della frequenza cardiaca, nonostante alcuni difetti). Sarebbe auspicabile che Google si concentrasse su aggiornamenti più significativi in questa categoria, invece di sentirsi leggermente in ritardo.

Quando si confrontano i due principali smartwatch WearOS: il Samsung Galaxy Watch 6 e il Google Pixel Watch 2, emergono due differenze fondamentali. Innanzitutto, la più evidente: dimensioni/stile. Samsung offre, per il mio polso di dimensioni più grandi, opzioni di dimensioni migliori, specialmente nel settore del Galaxy Watch 6 classic. Mi sarebbe piaciuto che Google avesse presentato un Pixel Watch di dimensioni più grandi quest’anno, ma purtroppo non è successo. Tuttavia, ciò che manca a Google in termini di dimensioni, lo compensa con un’accuratezza superiore. Come visto nella recensione del Samsung Galaxy Watch 6 (o in quelle di altri revisori affidabili), il Samsung Galaxy Watch 6 è notoriamente carente in termini di accuratezza (e lo è stato per anni). Ovviamente, Google non può vantarsi troppo con il suo Fitbit Charge 6 nelle vicinanze, ma ignorando questo fatto, Google vince facilmente sia in frequenza cardiaca/GPS che nelle statistiche generali. Infine, vale la pena sottolineare che la piattaforma Fitbit per dati/analytics fitness/salute è ancora molto forte.

Come ho evidenziato all’inizio, l’intera mia recensione è stata scritta utilizzando la versione gratuita (non premium). Onestamente, senza la versione premium, non si noterebbe neppure cosa si sta perdendo. E quei dati sono molto superiori a quanto offre Samsung. Tuttavia, è importante notare che ciò è valido solo se l’offerta si adatta alle tue esigenze.

Di Giorgio

Passione Corsa (by Milano Running Club) è il nuovo portale per i runner di tutt’Italia che cercano informazioni su come allenarsi, come gestire il proprio fisico e come evolvere le proprie performance. Che tu voglia partecipare ad una maratona, ad una 10 Chilometri, ad una Mezza Maratona, ad una 5 Chilometri o semplicemente vuoi correre, troverai decine di allenamenti specifici, consigli tecnici e suggerimenti dai nostri esperti di corsa.